Lezione yoga 5

Nella posizione del fiore di loto, intoniamo la canzoncina dello yoga, per poi portarci nella posizione della preghiera. 

Strumenti usati:      

 

 

  • Mentre racconto la favola del gatto vanitoso (tratta dal libro "PICCOLO YOGA"  di Clemi Tedeschi), animiamo il racconto; ci portiamo in quadrupedia, poi assumiamo la postura del gatto e successivamente quella della tigre, ci portiamo in piedi sulla mezza punta con le braccia in alto e per finire, nella postura del bambino (Balasana). 

 

 

La favola racconta di un gatto che non si accetta: vorrebbe essere una tigre, poi un essere umano. Non riuscendo a stare in piedi sulle due zampe, l'animale, vanitoso e presuntuoso, arriva alla conclusione che per essere felice deve imparare ad  accettarsi per quello che è e volersi bene. Da quel momento ritrova la serenità che aveva perduto.

 

 

   

 

 

                    

  

 

Le asana si susseguono in modo armonico e ne trae beneficio la colonna vertebrale. 

 

  • Breve conversazione sull'insegnamento della favola: ognuno di noi ha i suoi limiti che vanno accettati

 

 

  • Segue la spiegazione del termine "mudra"(gesti con le mani nel linguaggio yogico). Rappresentazione di quattro mudra (finalizzati al raggiungimento della serenità, della forza, della positività e di una maggiore concentrazione) con la recitazione dei rispettivi quattro "mantra" (frasi o parole da recitare ad alta voce), prestando attenzione all'inspiro e all'espiro (dal naso).  

 

 

 

 

  • Visualizzazione finale con musica di sottofondo 

https://www.youtube.com/watch?v=y8DMZOVEID8&t=7411s

 

 

       

 

 

  • Saluto finale nella posizione della preghiera. 

 

 

 
 

Contatti

Alessandra Barbuta

Su Facebook: maestraalexa


https://youtu.be/DiDeHAdT3IQ