11. Nel paese dei colori

Tanto tempo fa su una collinetta vicino ai Monti Rocciosi in America sorgeva il villaggio di Atelide, interamente abitato da simpatiche scimmiette di  mille colori. Il villaggio era governato dalla scimmietta urlatrice Dana affiancata dai suoi aiutanti Alfy e Bob, che erano scimmie scoiattolo, la scimmietta ragno Adolf e lo scimmione dalla schiena grigia Monkey.

C’era infine il popolo formato da gorilla commercianti e bottegai. Il villaggio era gremito di negozi e mercatini e ogni giorno si facevano feste e concerti. La vita degli Atelidini procedeva tranquilla.

 

Ma un giorno, all’alba, gli abitanti furono svegliati dal suono assordante della sirena che veniva utilizzata solo in caso di grave pericolo.

“Udite, udite, abitanti di Atelide, ho appena avvistato il feroce Condor con i suoi uomini che si sta avvicinando al villaggio. Sta varcando il monte Cardo. Forza, scappate nei rifugi, veloci, correte! Mettiamo in salvo la nostra reginaaa!” urlò Alfy al megafono con tutta la voce che poteva.

 

Condor il ghepardo era noto per aver condotto le più feroci battaglie ed esserne uscito sempre vincitore: per questo era così temuto. Con le sue agili zampe, lui e i suoi soldati erano già arrivati al confine del villaggio. Dana scappò scortata dalle guardie che la condussero dal vecchio padre nel paese adiacente.

 

“Vecchio e saggio Beppe, è permesso?” chiese Bob. “Abbiamo portato qui la regina sua figlia; è in pericolo: Condor vuole rapirla e farla sua sposa”.

“Ho udito” disse “consegnatemi la mia bambina!”...

 

(puoi leggere l'intera favola sul libro "Billy il bullo" e altri racconti)

 

 


Contatti

Alessandra Barbuta

Su Facebook: maestraalexa


http://youtu.be/DiDeHAdT3IQ